URPLOT - URban PLanning Orientation and Tutorship

Orientamento e Tutorato per la pianificazione urbanistica

 

Il corso di laurea “Sviluppo Sostenibile e Reti Territoriali” ha partecipato con altri corsi di laurea in pianificazione al bando del MIUR per i piani di orientamento e tutorato (POT) con un progetto denominato URPLOT 2018, che è stato approvato nel marzo del 2019.

Sono partner del progetto lo IUAV di Venezia (coordinatore), il Politecnico di Milano, il Politecnico di Torino, l’Università di Firenze, l’Università degli Studi di Sassari, L’Università degli Studi di Napoli Federico II e l’Università degli Studi di Palermo.

URPLOT si pone un duplice obiettivo:

aumentare la conoscenza circa i contenuti e le prospettive di lavoro dei corsi di laurea in pianificazione urbana e territoriale, con riguardo agli studenti degli ultimi due anni di scuola media superiore;
mettere in campo un coordinamento tra le attività formative collegate al tutorato al fine di fornire un costante e attento supporto agli iscritti finalizzato a contenere il fenomeno dell’abbandono e un generale aumento delle performance.

Nell’ambito di questo progetto, per quanto riguarda le attività di orientamento, il corso di laurea ha progettato ed attuato una Summer School e quattro Laboratori vocazionali tra settembre e dicembre 2019. A partire da queste azioni, il gioco è stata la chiave per attivare la curiosità dei partecipanti rispetto alle dinamiche urbane contemporanee.

 

La Summer School

Rivolta agli studenti diplomati nella fase tra il conseguimento del diploma e l’immatricolazione, si è svolta dal 9 al 13 settembre, una full immersion mirata di 5 giorni nel corso di studi SRT.

É stata articolata in momenti di illustrazione dei mestieri che si può scegliere di fare dopo la laurea e in workshop volti all’analisi di casi particolarmente interessanti presenti nell’area metropolitana. Per allargare il campo delle esperienze e degli approcci da illustrare ai partecipanti alle attività sono stati invitati docenti di altre università coinvolte nel progetto.

Cambiamento climatico, migrazioni e turismo sono stati i temi centrali su cui si sono concentrate le interpretazioni dei fatti urbani contemporanei, osservati sul campo e raccontati dai diversi attori dei processi, ciascuno secondo la propria prospettiva.

 

I quattro Laboratori vocazionali

La scelta dei temi e dei modi con cui studiare i fatti urbani contemporanei è stata concordata in tavoli di lavoro tra docenti universitari, docenti delle scuole coinvolte, tecnici di enti locali e di altri enti interessati alle tematiche individuate, eventuali progettisti coinvolti in programmi in atto e organizzazioni attive nel territorio individuato per l’attività di laboratorio. Le scuole medie superiori coinvolte sono state: Istituto tecnico per geometri Della Porta, Liceo classico Umberto I, ISIS Rita Levi Montalcini, Liceo scientifico Nitti, Liceo classico Pansini.

I laboratori, della durata di circa 15 ore ciascuno, si sono concentrati sui seguenti temi:

comprendere gli effetti del cambiamento climatico sulle città: opportunità per combatterli;
comprendere gli effetti del cambiamento climatico sulle città: focus adattamento;
rigenerazione urbana e città inclusiva;
gli spazi contesi della turistificazione.
Ciascun Iaboratorio si è concluso con l’elaborazione di un prodotto finale da parte degli studenti.

 

Rispetto alle attività di tutorato, il progetto URPLOT ha previsto la selezione di studenti e dottorandi di supporto agli iscritti al corso di studi, sia dal punto di vista dell’uso di alcune tecnologie, non solo digitali, sia dal punto di vista motivazionale, mettendo al centro lo studente e le differenti capacità di apprendimento.

I tutor sono stati formati anche con il supporto del centro SINAPSI dell’Università degli studi di Napoli Federico II. Hanno collaborato attivamente alle attività del progetto URPLOT 12 tutor.